Sostegno, Bussetti: tagli? 40mila nuovi docenti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Io il sostegno non l’ho tagliato ma ho puntato alla formazione di 40 mila docenti, nessuno lo aveva fatto prima. Le risorse verranno iscritte a bilancio di volta in volta”.

Ha insistito il titolare del Miur, Marco Bussetti, intervenendo al congresso nazionale della Confederazione dei sindacati autonomi del lavoratori.

Era tornato sull’argomento con gli auguri di fine anno, dopo le critiche scaturite dalla lettura della bozza della legge di bilancio, che sembrava parlasse di tagli, ma il ministro ha poi spiegato: “Prima di chiudere questo 2018 mi preme, però, fare un’importante precisazione. Sulla scuola, in particolare sul sostegno, non ci sono e non ci saranno tagli.

Le tabelle che stanno circolando in questi giorni vanno lette bene. Da quest’anno le risorse per le supplenze del sostegno vengono individuate anno per anno. Quindi con le prossime manovre saranno di volta in volta iscritte in bilancio, programmando la spesa sulle necessità previste. Il Ministero continuerà sempre a garantire il sostegno a chi ne ha bisogno.”

Per il Ministro il tema del sostegno è una delle priorità del Suo Dicastero e partirà il primo corso di specializzazione.  I corsi si svolgeranno in tre anni per specializzare 40.000 docenti.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione