Sostegno, 88mila docenti e 159mila disabili. Rapporto inferiore a un insegnante ogni due studenti. Più ore nel Mezzogiorno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’Istat, come riferito, ha pubblicato il rapporto sull’Integrazione degli alunni con disabilità nelle scuole primarie e secondarie di primo grado, relativo all’anno scolastico 2016/17.

Abbiamo già parlato del numero di disabili, delle differenze di genere, delle problematiche maggiormente riscontrate e del grado di autonomia dei medesimi in: Alunni disabili, nel 2016/17 in aumento: 90mila alla primaria, 69mila alla media. In maggioranza maschi

Vediamo adesso il numero di docenti di sostegno, le Regioni in cui è attribuito in media il maggior numero di ore di sostegno e i ricorsi presentati dalle famiglie al TAR, per vedersi riconosciuto l’intero monte ore spettante, in base a quanto stabilito nel PEI.

NUMERO DI DOCENTI DI SOSTEGNO

Il numero di docenti di sostegno, secondo dati Miur, è pari a 88.000 insegnanti.

Rispetto al 2015/16, i docenti di sostegno sono aumentati di 6.000 unità.

RAPPORTO  DOCENTI/ALUNNI

Tenuto conto che il numero complessivo di alunni disabili (nella scuola primaria e media) è pari a 159.000 e che i docenti di sostegno sono 88.000, il rapporto docente/alunni è di poco inferiore ad un insegnante ogni due alunni.

REGIONI IN CUI SONO STATE ASSEGNATE IL MAGGIOR NUMERO DI ORE DI SOSTEGNO

In media, il numero maggiore di ore settimanali è stato assegnato nel Mezzogiorno.

RICORSI AL TAR

I ricorsi al TAR, com’è noto, sono presentati dalle famiglie, al fine di far assegnare ai figli il numero di ore di sostegno previsto nel PEI.

Nella scuola primaria ha presentato ricorso il 9% circa  delle famiglie, il 5% nella scuola secondaria di primo.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione