Sospensione sciopero 17 maggio, regionalizzazione resta comunque! Lettera

Stampa
ex

Inviato da Libero Tassella – Sono molto deluso perché, pur non appartenendo più attivamente al sindacalismo scolastico, questo sciopero lo avevo sostenuto e difeso sul gruppo di Professione Insegnante con articoli, commenti e dibattiti , per il Contratto, anche , che solo in parte mi riguarda ( per l’annualità 2018/19) ma soprattutto come cittadino italiano e soprattutto cittadino del Sud; per la prima volta i sindacati uscivano allo scoperto dopo 4 anni in modo unitario , lo avrebbero dovuto fare prima durante il governo di centrosinistra (Governo Gentiloni) su un tema che era stato sempre nascosto e tale doveva restare, l’autonomia differenziata e a farlo erano proprio i 5 sindacati dell’istruzione cioè di quel settore che dovrebbe avere una maggiore consapevolezza politica sulla questione autonomia regionale , insomma le antenne sempre tese.

Ma i sindacati Flc Cgil, Cisl, Uil, Snals , Fgu ex Gilda cosa hanno ottenuto, revocando lo sciopero? Nulla

La Lega di Salvini non arretrerà di un millimetro sulla regionalizzazione, e il ministro Bussetti a poche ore dall’accordo, già si esprimeva in modo favorevole alla regionalizzazione della scuola. Sulla regionalizzazione poche ore fa si é espresso lo stesso Matteo Salvini in perenne attività elettorale.

Credo che purtroppo una cosa però le OO SS l’abbiano ottenuta e mi dispiace molto perché toglie forza ad una categoria di per sé già molte debole malgrado la sua forza numerica, anche perché tra gli insegnanti, andati in pensione coloro che si formarono negli anni Settanta, vige ormai l’indifferenza e la rassegnazione che spesso non va oltre la soglia del solo lamento, come possiamo verificare sui social.

Sul prossimo sciopero che i sindacati proclameranno, se lo proclameranno, graverà purtroppo una pesante ipoteca, perché in molti saranno autorizzati a pensare che poi al dunque le OOSS lo revocheranno.

Noi ci siamo illusi ancora una volta che le OOSS facessero sul serio, abbiamo ancora una volta sbagliato.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur