Sorrentino (Anief Condir): “I diritti non possono essere imputati al contratto”

WhatsApp
Telegram

Nella giornata di ieri all’ARAN sono state illustrate le risorse (poche) a disposizione della trattativa. Sugli ormai famosi 300 milioni che a seguito di tagli e decurtazioni si traducono in 220 milioni circa ANIEF continua a proporre una ridistribuzione proporzionale anche in favore del personale ATA.

È emersa anche la questione più volte sollevata di riconoscere i 3 giorni di permesso retribuiti anche al personale non di ruolo, con un costo che andrebbe a diminuire ulteriormente le risorse a disposizione del contratto.

“Diseguaglianza sicuramente inaccettabile, tuttavia ancora una volta – dichiara Alberico Sorrentino di AniefCondir- i diritti sarebbero pagati con il contratto, sottraendo quelle risorse destinate ad incrementare la retribuzione del personale, né avrebbe senso riconoscere un giorno di permesso retribuito piuttosto che due per “risparmiare” risorse che sono destinate al contratto; impostazione, questa, che scontano diversi istituti contrattuali quale ad esempio la formazione che dovrebbe essere, anzi è, un onere del datore di lavoro mentre solo a scuola dovremmo imputarla al contratto”.

Altra questione che sta creando malessere alla categoria dei Direttori SGA attiene alla gestione PNRR “abbiamo chiesto più volte al MIM di fare chiarezza con una circolare in ordine alle prestazioni che possono essere retribuite con le risorse del PNRR. Non si può pensare che tutto sia dovuto mentre quando si tratta di riconoscere il ruolo dei Direttori (Elevate professionalità nel nuovo CCNL) e degli assistenti amministrativi mancano sempre le risorse”.

Il PNRR è misura straordinaria e come tale va gestita “l’indisponibilità dei Direttori in diverse realtà scaturisce dalla concreta difficoltà a gestire gli adempimenti ordinari stante degli organici insufficiente inoltre – conclude Sorrentino – non si può pretendere un impegno dirigenziale se oggi ancora il Direttore non è riconosciuto come tale economicamente e professionalmente. Stiamo organizzando degli incontri su tutto il territorio nazionale per dirimere la confusione che regna sul tema”.

Tra gli emendamenti proposti da Anief al Decreto Legge 44 del 22 aprile, vi è la richiesta di organici aggiuntivi e lo stanziamento di 400 milioni da destinare ad incrementare gli stipendi del personale ATA di cui 30 milioni destinati specificatamente ai Direttori SGA”.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri