Soppressione CNPI, i sindacati non ci stanno “No ad azioni unilaterali”

di redazione
ipsef

La soppressione del Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione e la sua sostituzione con un altro organo collegiale non va giù ai sindacati. La FLCGIL avvierà un ricorso al Tar.

La soppressione del Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione e la sua sostituzione con un altro organo collegiale non va giù ai sindacati. La FLCGIL avvierà un ricorso al Tar.

A darne notizia era stato lo stesso Ministro che, interrogato da Francesca Puglisi durante un’audizione presso la VII Commissione cultura, aveva apertamente parlato di  sospensione del CNPI e di programma di "revisione degli organi collegiali della scuola", ritenendo ormai "necessario istituire, con apposito provvedimento legislativo un nuovo e più funzionale organo consultivo dell’Amministrazione centrale".

Il luogo in cui questo progetto dovrebbe trovare realizzazione è l’ambito del disegno di legge sulle semplificazioni

Mossa non gradita dai sindacati, che, pur chiedendo un riordino degli Organi Collegiali, non hanno accettato la prematura dipartita del CNPI e ne chiedono la riesumazione con una proroga.

Per i sindacati, la soppressione è stata una procedura unilaterale da parte dell’Amministrazione poco digeribile. Il CNPI è un organo che espletava importanti funzioni consultive su molti argomenti e all’interno erano principalmente rappresentati delle forze sindacali.

Per tale motivo hanno inviato una lettera, con la quale ne chiedono la riattivazione "mediante proroga dei componenti in carica al 31 dicembre 2012 fino all’insediamento del nuovo organo collegiale di livello nazionale che, si auspica,  possa avvenire in  tempi brevi."

A questo proposito la FLC ha presentato ricorso al Tar Lazio ritenendo "inaccettabile il vuoto di rappresentanza che si è determinato da quando il governo Monti "ha dimenticato" di prorogare le funzioni del CNPI."

CNPI, cancellato definitivamente: sarà sostituito da altro organismo consultivo

Versione stampabile
anief anief
soloformazione