Solo un terzo degli italiani conosce il significato della parola inflazione. Forza Italia punta sull’educazione finanziaria a scuola

WhatsApp
Telegram

Dall’indagine condotta dalla Banca d’Italia emerge che i giovani italiani, studenti delle superiori e universitari, identificano la scuola come il luogo ideale per acquisire le conoscenze basilari di educazione finanziaria.

Il risultato conferma l’importanza di introdurre queste nozioni nell’insegnamento dell’educazione civica, obiettivo che il governo ha perseguito con l’approvazione del disegno di legge.

Le lacune evidenziate dalla ricerca

Tuttavia, l’indagine evidenzia anche lacune significative:

  • Solo il 10% degli intervistati tra i 18 e i 34 anni ha risposto correttamente alle domande del questionario.
  • Solo un terzo degli intervistati conosce il significato di termini come “inflazione” e “rendimento”.

L’importanza dell’educazione finanziaria a scuola

Questi dati sottolineano l’urgente necessità di migliorare le conoscenze e le competenze dei giovani in materia finanziaria. La scuola rappresenta il veicolo più rapido per raggiungere tutti gli studenti e fornire loro gli strumenti necessari per affrontare le sfide economiche del presente e del futuro.

Il commento del Senatore Damiani

Il Senatore Dario Damiani, capogruppo di Forza Italia in commissione Bilancio, ha commentato i dati dell’indagine Bankitalia, affermando: “C’è tanto lavoro da fare per migliorare le conoscenze e le competenze dei nostri ragazzi in materia finanziaria e la scuola può essere davvero il veicolo più rapido per arrivare a tutti. Abbiamo gettato le basi per questo ambizioso progetto e proseguiremo su questa strada.”

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri