Solo un collaboratore scolastico al piano, la preside chiude un bagno: “Una questione di sicurezza”

WhatsApp
Telegram

“Non posso fare altrimenti sono ben consapevole del disagio, ma non ho abbastanza personale nonostante le richieste insistenti. Ai piani della scuola servirebbero almeno due persone, ma non le ho e quindi fino a quando non entra in servizio un secondo custode non posso lasciare tutti i bagni aperti”.

Sono le parole della dirigente scolastica della scuola superiore Datini di Prato, che al quotidiano La Nazione, racconta della decisione di chiudere 2 dei 4 bagni presenti nell’istituto, fino a quando non si troverà il personale sufficiente a garantire il controllo.

Infatti, i bagni vanno presidiati dal personale è una questione di sicurezza oltre che una regola consolidata all’interno delle scuole, soprattutto quelle superiori.

Ma non solo: la preside racconta anche un altro problema, ovvero quello della pulizia delle cucine: “Le norme igieniche sono stringenti e le cucina vanno pulite molto bene perché servono per la preparazione dei piatti – spiega -. Questo è diverso da scuole dove i laboratori non prevedono la preparazione di pietanze, per tenere i locali sempre igienizzati impiego sei persone, che vanno sottratte alle altre mansioni ordinarie. Questo aspetto ho cercato di farlo notare, ma nella distribuzione del personale non è stato tenuto in considerazione“.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri