Solo una scuola su quattro ha l’accesso al wi-fi

WhatsApp
Telegram

 "Abbiamo ancora una situazione a macchia di leopardo nel Paese". Questo il commento sul processo di digitalizzazione in Italia del ministro dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca, Stefania Giannini, a margine di un convegno sulla digitalizzazione della P.a. alla Camera.

"Dobbiamo compiere una vera e propria rivoluzione educativa – ha aggiunto il ministro – nel senso che dobbiamo puntare moltissimo sulla formazione permanente degli insegnanti, anche rivisitando il contratto.

 "Abbiamo ancora una situazione a macchia di leopardo nel Paese". Questo il commento sul processo di digitalizzazione in Italia del ministro dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca, Stefania Giannini, a margine di un convegno sulla digitalizzazione della P.a. alla Camera.

"Dobbiamo compiere una vera e propria rivoluzione educativa – ha aggiunto il ministro – nel senso che dobbiamo puntare moltissimo sulla formazione permanente degli insegnanti, anche rivisitando il contratto.

Se non c’e’ la possibilita’di formare in itinere i futuri insegnanti e chi gia’ lo e’ – ha sottolineato Giannini – allora diventera’ arduo trasformare la scuola italiana nei prossimi 5/6 anni, facendola diventare competitiva con il resto d’Europa".

"Va comunque detto che nel nostro Paese abbiamo gia’ delle regioni, come la Lombardia, che sono all’avanguardia nell’uso della tecnologia nella scuola. Ma, ripeto, per realizzare completamente la digitalizzazione delle scuole non basta soltanto investire in tablet e Lim: dobbiamo investire sulla formazione del personale docente".

L’Italia fino ad oggi ha speso 93 milioni di euro per le Lim, ai quali vanno aggiunti i soldi spesi dalle regioni:una scuola superiore su quattro ha l’accesso al wi-fi.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur