Soldi risparmiati da concorso Dirigenti Scolastici vanno alle assunzioni

Stampa

Il Decreto Semplificazioni, in Aula dal 22 gennaio, prevede ulteriori modifiche al concorso per Dirigenti Scolastici. Modifiche che interesseranno il concorso in svolgimento e poi in generale i prossimi concorsi. 

L’art. 10   Semplificazioni amministrative in materia di dirigenza scolastica,  al comma 1  prevede che siano dichiarati vincitori i candidati ammessi al corso di formazione dirigenziale e tirocinio del corso-concorso bandito nel 2017 per il reclutamento di dirigenti scolastici ed assunti secondo l’ordine di graduatoria di ammissione al corso medesimo.

Il reclutamento dei dirigenti scolastici  se svolto secondo la procedura ordinaria, renderebbe impossibile le immissioni in ruolo a decorrere dal 2019/2020: il decreto interviene  dunque nell’ottica del preminente interesse alla funzionalità del sistema scolastico.

Risparmi incrementano fondo La Buona Scuola

Le risorse pari a 8,26 milioni di euro, stanziate per ciascuno degli anni 2018 e 2019, al fine del semi-esonero del personale frequentante il corso di formazione dirigenziale e tirocinio – non più necessarie ai sensi del comma 1 – confluiscano nel Fondo “La Buona Scuola” di cui all’articolo 1, comma 202, legge n. 107 del 2015, per essere destinati alle assunzioni di personale.

Seconda fase del Ministero Bussetti: le assunzioni del personale

Il Ministro Bussetti ha annunciato che inizia una seconda fase del suo Ministero, quella in cui sarà necessario reperire le somme per le assunzioni del personale. Questo un piccolo primo passo.

Bussetti: adesso chiederemo risorse per stabilizzare docenti e valorizzarli

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia