Soggiorni estivi 2022 presso le Case del Maestro: pubblicato il bando INPS. Le info utili

WhatsApp
Telegram

Pubblicato il bando di concorso per i soggiorni estivi 2022 presso le Case del Maestro, rivolto agli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale in servizio o in pensione e loro parenti entro il secondo grado.

Ogni anno l’Inps indice tre bandi, per consentire agli insegnanti e ai dirigenti scolastici iscritti o in pensione di trascorrere 7 notti in una delle strutture convenzionate, con una piccola partecipazione alla spesa.

La partecipazione ai bandi di concorso è rivolta:

  • agli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale in servizio o in pensione (gli insegnanti di scuola statale dell’infanzia e primaria a tempo indeterminato, i dirigenti scolastici provenienti dall’ex ruolo dei direttori didattici, gli attuali direttori dei servizi generali e amministrativi provenienti dalla legge 1213/1967, comunque assoggettati a ritenuta ENAM e i docenti di religione cattolica assunti come docenti di scuola dell’infanzia e primaria e assoggettati a ritenuta ENAM);
  • ai loro coniugi e familiari conviventi presenti nel modello ISEE ;
  • ai vedovi e agli orfani minorenni di iscritto deceduto.

I soggiorni estivi si svolgeranno dal 25 giugno 2022 al 17 settembre 2022.

La domanda deve essere trasmessa dalle 12 del 15 aprile 2022 alle 12 del 2 maggio 2022.

La domanda può essere presentata:

  • telematicamente: scrivendo nella casella di ricerca dedicata del sito INPS i temimi “Case del Maestro”, aprendo la scheda informativa e cliccando in alto a destra sulla voce “Accedi al servizio”;
  • tramite contact center al 803 164 (gratuito da telefono fisso) o al 06 164 164 da cellulare;
  • rivolgendosi agli enti di patronato e intermediari dell’Istituto che inoltreranno domanda tramite i loro servizi telematici.

La domanda deve essere presentata entro i termini previsti dal bando di concorso e per procedere alla sua compilazione occorre essere iscritti alla banca dati in qualità di “richiedente” della prestazione. Il richiedente potrebbe, infatti, essere una figura diversa (ad esempio, il/la vedovo/a, l’altro genitore o il tutore di minore) dal titolare del diritto e del quale l’INPS possiede già i dati anagrafici e deve, prima di tutto, presentare richiesta d’iscrizione in banca dati secondo le modalità indicate nel bando.

Una volta iscritti, nell’area riservata del servizio dedicato, compare la procedura “Soggiorni ENAM – Domanda” di compilazione e presentazione della domanda di partecipazione al concorso.

Durante la compilazione della domanda, nella sezione “altri partecipanti al soggiorno”, andranno inseriti gli eventuali familiari partecipanti perché successivamente non sarà più possibile farlo.

Il vincitore del concorso deve scegliere la struttura di soggiorno preferita tramite la procedura online “Scelta preferenze vacanza” che prevede un massimo di cinque differenti pacchetti-soggiorno (località con turno unico). Una volta indicata la preferenza l’INPS comunica al vincitore, tramite la sezione riservata al concorso, SMS o email, l’ammissione alla struttura e la scadenza per il pagamento del contributo dovuto, completa delle indicazioni per procedere al pagamento e dell’importo.

Le sedi delle Case del Maestro sono sparse in tutta Italia. A ospitare le strutture sono le città di Frosinone, Trento, Roma, Teramo e Cosenza.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur