SNALS Frosinone, Ministero taglia 262 ATA

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato SNALS – In data odierna il MIUR ha convocato le OO.SS. sindacali per la consueta informativa sugli Organici del Personale ATA per l’a.s. 2018/19. Da sempre tutti i sindacati si sono battuti per ottenere un organico per tutti i profili del personale Amministrativo Tecnico e Ausiliario più rispondente alle reali esigenze delle scuole.

In particolare, solo lo SNALS CONFSAL di FROSINONE, avvalendosi del prezioso apporto, nel patrocinare il contenzioso, dello studio legale Sala di Frosinone, dall’a.s. 2012/13 ha intrapreso una dura battaglia legale per arginare il pesante taglio che già a partire dallo stesso anno (e anche negli anni successivi) ha ridotto di 262 unità il personale collaboratore scolastico in provincia, mandando letteralmente a casa centinaia di lavoratori dopo più di dieci anni di ininterrotti incarichi annuali.

E’ con grandissima soddisfazione che, oggi, possiamo finalmente comunicare che, con una importantissima sentenza (n. 2581 del 30 aprile 2018), la Sezione VI del Consiglio di Stato ha definitivamente ribadito, quanto, già in precedenza disposto dal TAR Lazio, accogliendo in pieno le ragioni rivendicate dallo SNALS CONFSAL, chiarendo che la decurtazione dei posti di collaboratore scolastico (25%), in presenza delle imprese di pulizia nelle scuole, va calcolata sui soli posti vacanti e non su tutti i posti in organico. Si legge: “Il Collegio non condivide le deduzioni delle Amministrazioni appellanti e ritiene invece corrette le statuizioni del TAR, in conformità con la giurisprudenza da esso richiamata, per la quale l’accantonamento va disposto soltanto sui posti vacanti di organico”. Con la suddetta sentenza, in ben 26 pagine, i Giudici di Palazzo Spada, dopo aver letteralmente demolito le argomentazioni della articolatissima difesa operata dal MIUR, ha speso parole di grandissimo apprezzamento per il lavoro svolto quotidianamente dai collaboratori scolastici. Si legge nella Sentenza in questione “Va rimarcata la delicatezza dei compiti dei collaboratori scolastici che …hanno rilevanti compiti (connessi al loro status) anche con valenza educativa nei momenti quotidiani di attività, di mensa e di igiene personale, oltre quelli riguardanti l’ ausilio materiale agli alunni portatori di handicap,l’ accoglienza e la fase di chiusura dell’ istituto scolastico, la sorveglianza degli alunni anche in tenera età, la custodia e la sorveglianza sui locali, la predisposizione del materiale didattico e di consumo, il coadiuvare i docenti nel proprio reparto per consentire il loro avvicendamento, i rapporti col pubblico, ecc”.
Quanto affermato rappresenta un’importante enunciazione di principio per la determinazione degli organici dei collaboratori scolastici a livello non solo locale, ma regionale e nazionale, e rimarca con forza il ruolo sociale di tali lavoratori per i quali andrebbero previsti regolari piani di stabilizzazione anziché di tagli e licenziamenti, proprio in virtù del ruolo che rivestono (per tutto il personale ATA, tra l’altro, dopo la sottoscrizione definitiva del CCNL del 19 aprile u.s. è prevista l’istituzione di un’apposita Commissione Paritetica con compiti di analisi sistemica per la valorizzazione delle professionalità da definire entro luglio 2018).

Lo SNALS si augura che il MIUR si adegui al tenore della sentenza del Consiglio di Stato già con la determinazione dell’organico per l’a.s. 2018/19 e ottemperi da subito attribuendo i posti in organico così come stabilito, in maniera tale da garantire la piena funzionalità dei servizi scolastici in termini di sicurezza, assistenza, sorveglianza e vigilanza che negli ultimi anni sono stati fortemente pregiudicati.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione