Smartphone in classe, il sì della Fedeli. Normativa sarà modificata

WhatsApp
Telegram

Sì, tra i vari interventi oggi presentati dal Ministro Fedeli relativamente al piano di innovazione PSND, c’è anche l’uso dei tablet e degli smartphone.

Sarà un gruppo di lavoro composto da esperti a rivedere le indicazioni nazionali e intervenire su come gli studenti studiano in classe, questo in sintesi il piano del Ministro per rivedere gli strumenti innovativi che possono essere utilizzati a fini didattici.

Tra gli esperti anche un  gruppo che avrà il compito di studiare in particolare il potenziale utilizzo degli smartphone e dei tablet, intervenendo sulla normativa e permettendone l’utilizzo a scopi didattici e promuovendo un uso consapevoli.

In particolare, sotto mira la normativa che fa capo a Giuseppe Fioroni che ne aveva bandito l’utilizzo a scuola. Per chiarezza, l’utilizzo sarà permesso esclusivamente ad un uso didattico, non ad una libertà piena durante le lezioni.

Cosa ne pensi?


Vedi tutte le misure per l’innovazione didattica proposte dal Ministro

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito