Nuovo sito web per l’ufficio Scolastico Emilia Romagna, da oggi on line per una facile consultazione anche da smartphone

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Dott. Riccardo Manfredini Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna – Referente per la Comunicazione A partire da oggi 20 febbraio 2018, il sito web dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’EmiliaRomagna si rinnova per migliorare l’accesso all’informazione e per facilitare chi accede da smartphone o in genere da device mobile. Infatti le rilevazioni ci dicono che la maggioranza degli utenti esterni utilizza principalmente questi strumenti per la consultazione.

Il sito, con la nuova veste grafica, è raggiungibile all’URL http://istruzioneer.gov.it e www.istruzioneer.gov.it e riporta le informazioni e le notizie pubblicate a partire dal 13 febbraio 2018.

L’interfaccia che ci ha accompagnato finora continuerà ad essere attiva in lettura con funzione di archivio per l’accesso a tutta la documentazione già nota. Articolato su tre sezioni: “in primo piano” – “tutte le notizie” – “i nostri servizi”, il nuovo sito continuerà a fornire informazioni utili al mondo della scuola emiliano-romagnolo, includendo le note e le pubblicazioni dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna.

La nuova veste grafica lanciata dall’Ufficio Scolastico Regionale sarà progressivamente allargata ai siti web degli Uffici di ambito territoriale, nell’ottica di un adeguamento dell’offerta informativa on line complessiva per rispondere alle molteplici esigenze degli stakeholder del sistema scuola.

Come nel sito precedente sono disponibili fact sheet ed altri dati quantitativi del sistema scuola dell’Emilia-Romagna, i link ai tre siti tematici – Servizio Marconi per l’innovazione didattica ed il digitale, Centri Territoriali di Supporto per l’inclusione, sezione “Cyber” per l’uso consapevole e corretto della rete e dei social che saranno parimenti ridisegnati secondo le logiche del sito principale – e la serie delle presentazioni video della nuova webtv.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione