Sistema Nazionale di Valutazione, dal 26 settembre attive funzioni della piattaforma RAV e PTOF. NOTA

WhatsApp
Telegram

Con nota n. 31023 del 25 settembre il Ministero dell’istruzione e del merito fornisce indicazioni operative per l’aggiornamento dei documenti strategici delle istituzioni scolastiche dell’anno scolastico 2023/24.

Le funzioni della piattaforma RAV e della piattaforma PTOF saranno attive a partire dal 26 settembre 2023 e si potrà procedere con la pubblicazione dei documenti fino alla data di inizio della fase delle iscrizioni per l’a.s. 2024/25 – scrive il Ministero – secondo i propri tempi e le proprie modalità organizzative. Entro metà ottobre verranno aggiornati nelle piattaforme i dati provenienti dal sistema informativo del Ministero.

Al momento dell’apertura delle piattaforme RAV e PTOF i Dirigenti scolastici che hanno cambiato sede di titolarità il 1° settembre 2023 troveranno associata alle proprie credenziali la nuova sede, così come avverrà per i Dirigenti scolastici con incarico di reggenza su altra istituzione scolastica.

Solo se necessario ed in presenza di cambiamenti significativi, le scuole possono procedere all’aggiornamento delle analisi e delle autovalutazioni effettuate nel RAV e alla ridefinizione delle priorità, dei traguardi e degli obiettivi di processo individuati per il triennio.

Nel periodo di apertura delle funzioni ogni scuola procede autonomamente alla pubblicazione del RAV sul portale “Scuola in chiaro” tramite l’apposita funzione presente in piattaforma.

Il PTOF è rivedibile annualmente entro il mese di ottobre, termine ordinatorio che negli ultimi anni scolastici è stato prolungato fino all’inizio della fase delle iscrizioni.

La piattaforma PTOF, predisposta in ambiente SIDI, presenta la sezione “Il monitoraggio, la verifica e la rendicontazione”, all’interno della quale, nella sottosezione “Verifica”, le istituzioni scolastiche possono, per ogni coppia “PrioritàTraguardo” e per ogni obiettivo formativo, descrivere le attività svolte e indicare i risultati intermedi raggiunti.

Tramite la verifica dei risultati intermedi, le istituzioni scolastiche possono da un lato appurare la necessità di eventuali regolazioni e dall’altro raccogliere gradualmente tutti gli elementi utili alla rendicontazione sociale da realizzare alla fine del triennio di riferimento.

Nota

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri