Sisma, proposte inedite dei dirigenti scolastici pur di garantire diritto allo studio

WhatsApp
Telegram

Il sisma, che ha colpito il centro Italia, ha stravolto la quotidianità delle popolazioni colpite, facendo sentire i propri effetti nefasti anche sull’istruzione, a causa della distruzione o inagibilità di numerose scuole.

Contro tale situazione stanno lottando i dirigenti scolastici delle scuole danneggiate, in primis quelli di Arquata e Acquasanta Terme (Ascoli Piceno) e di Visso-Pievetorina-Pievebovigliana-Muccia (Macerata), i quali, pur di far riprendere le lezioni e restituire un “minimo di normalità” agli studenti stanno ipotizzando anche soluzioni inedite, come apprendiamo dall’Ansa:

”Ad Arquata – spiega Patrizia Palanca – un centinaio di alunni con le loro famiglie sono sistemati negli hotel di San Benedetto del Tronto, Porto d’Ascoli e Martinsicuro. I genitori chiedono che venga messo a disposizione un unico edificio, anche in moduli, in uno dei comuni della costa: una ‘Scuola di Arquata’ fuori da Arquata”.

WhatsApp
Telegram

A luglio, in tutta Italia, partecipa ai nuovi “Workshop formativi: pensare da dirigente scolastico” organizzati da Eurosofia