Sisma, firmato CIR utilizzazione straordinaria docenti in servizio nelle Marche

di redazione
ipsef

item-thumbnail

E’ stato firmato il 16 novembre u.s., il Contratto Integrativo Regionale, concernente l’utilizzazione straordinaria del personale docente, educativo e ATA delle zone colpite dal sisma, nello specifico della regione Marche.

Il citato contratto si è reso necessario per il fatto che numerose scuole sono inagibili e che numerosi docenti hanno perso la propria abitazione.  Nelle Marche, infatti, 32 istituti scolastici risultano inagibili e 362 edifici sono crollati, coinvolgendo nel dramma 10.000 alunni.

Gli insegnanti, sulla base del CIR, saranno utilizzati, sempre nel rispetto della continuità didattica, nelle scuole, che stanno pian piano riaprendo, e nelle nuove classi accoglienti gli alunni appartenenti alle comunità sfollate sulla costa.

Il Contratto si applica a tutto il personale in servizio nelle Marche anche se in assegnazione provvisoria o utilizzazione e riguarda, come sopra citato, tutto il personale docente, educativo e ATA “in servizio in istituzioni scolastiche ed educative, i cui edifici, siti nelle aree colpite dagli eventi sismici, siano dichiarati totalmente o parzialmente inagibili, ovvero abbia avuto l’abitazione in cui dimora inagibile o indisponibile per effetto del sisma”.

Il Contratto

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione