Sisma 24 agosto. La scuola comincia regolarmente il 15 settembre

Stampa

I 200 alunni, dalla scuola dell’infanzia alle medie, rimasti senza scuola a Arquata del Tronto, Acquasanta Terme e Montegallo, i tre Comuni dell’Ascolano più colpiti dal devastante terremoto del 24 agosto, inizieranno la scuola il 15 settembre come da calendario e il primo giorno di scuola troveranno kit completi di libri, quaderni, e penne, inviati dal ministero, ma anche uno staff di psicologi.

Per loro l’anno scolastico comincerà regolarmente il 15 settembre, secondo il calendario della Regione Marche, anche se i moduli dove si svolgeranno le lezioni non sono ancora arrivati: ad Arquata del Tronto “li avremo non prima del 25 ottobre” dice il vice sindaco Michele Franchi. La dirigente dell’Istituto comprensivo di Acquasanta Terme Patrizia Palanca, che ‘governa’ anche le scuole (infanzia, elementari e medie) di Arquata del Tronto e le due pluriclassi con 11 alunni di Montegallo dice: “Cominciamo il 15 settembre, a costo di partire nelle tensostrutture”.

Sono 564 i sopralluoghi effettuati dai tecnici abilitati Aedes (Agibilità e danno nell’emergenza sismica) e dagli esperti, su scuole ed edifici pubblici dei comuni interessati dal terremoto del 24 agosto, per verificare la loro agibilità e consentire, dato l’imminente inizio dell’anno scolastico, di definire un piano degli interventi laddove le strutture non siano agibili.

In particolare, a seguito di una ricognizione che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha effettuato, in collaborazione con i dirigenti scolastici e i sindaci, su 677 edifici, è stato necessario procedere alla verifica di 480 edifici scolastici: 331, pari a quasi il 70%, sono state ritenute agibili, mentre 3 edifici, che non presentano danni, risultano attualmente inagibili a causa di un rischio esterno. Novantasette, temporaneamente inagibili – in tutto o solo in parte – grazie a provvedimenti di pronto intervento diventerebbero agibili; 16, invece, sono parzialmente inagibili, 3 sono gli edifici da rivedere e 30 quelli inagibili.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese