Sisa: terminato lo sciopero della fame, insieme a Italian Revolution, verso lo sciopero d’ottobre

Di Lalla
Stampa

SISA – Alle ore 20.00 di martedì 5 luglio il segretario generale del SISA Davide Rossi e il Responsabile SISA di Verona Ugo Brusaporco, che si era unito immediatamente in solidarietà con la protesta a favore degli Indignati – Italian Revolution di Milano, hanno interrotto lo sciopero della fame, in contemporanea con la smobilitazione del presidio permanente e il passaggio di Italian Revolution Milano al presidio diffuso, con iniziative nelle piazze e sul territorio milanese, di informazione e di sensibilizzazione, a partire da sabato sera prossimo alle colonne di San Lorenzo in porta Ticinese e domenica incontrando gli attivisti di San Precario.

SISA – Alle ore 20.00 di martedì 5 luglio il segretario generale del SISA Davide Rossi e il Responsabile SISA di Verona Ugo Brusaporco, che si era unito immediatamente in solidarietà con la protesta a favore degli Indignati – Italian Revolution di Milano, hanno interrotto lo sciopero della fame, in contemporanea con la smobilitazione del presidio permanente e il passaggio di Italian Revolution Milano al presidio diffuso, con iniziative nelle piazze e sul territorio milanese, di informazione e di sensibilizzazione, a partire da sabato sera prossimo alle colonne di San Lorenzo in porta Ticinese e domenica incontrando gli attivisti di San Precario.

Il SISA ringrazia tutte e tutti coloro che hanno espresso solidarietà alla nostra organizzazione e a coloro che hanno condotto lo sciopero della fame, ringraziamo in particolare la redazione della “Tecnica della Scuola” e la sua direttrice Daniela Girgenti, nonché i quotidiani “Terra” e “Cinque Giorni”, “Orizzonte Scuola” che hanno rotto il silenzio della carta stampata quotidiana e “3 channel”, che ha vinto il silenzio televisivo.

Il contributo e la partecipazione del SISA, svolti sempre nel pieno rispetto delle ragioni del movimento, ovvero agendo tra tutti come persone comuni, non si fermano e proseguono più decisi che mai.
Anzi il SISA verificherà nei prossimi giorni lo spazio per iniziative di concreta collaborazione nel quadro della giornata mondiale di Global Revolution di sabato 15 ottobre 2011, non escludendo di indire la doppia giornata di sciopero promossa contro la finanziaria magari per venerdì 14 ottobre e sabato 15 ottobre 2011, dopo ulteriore verifica con i responsabili locali del SISA e altre organizzazioni sindacali con le quali da tempo si è instaurato un dialogo e una collaborazione.

Emilio Sabatino
Segretario nazionale

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia