Sintesi Riforma II ciclo

di Lalla
ipsef

red – Lo Snals Venezia ha predisposto una sintesi di alcuni aspetti di modifica relativi ai testi dei regolamenti, agli allegati e ai quadri orari contenuti nel testo della Riforma, approvata in seconda lettura e in via definitiva dal  Consiglio dei Ministri, nella seduta n. 81 del  4 febbraio 2010.

red – Lo Snals Venezia ha predisposto una sintesi di alcuni aspetti di modifica relativi ai testi dei regolamenti, agli allegati e ai quadri orari contenuti nel testo della Riforma, approvata in seconda lettura e in via definitiva dal  Consiglio dei Ministri, nella seduta n. 81 del  4 febbraio 2010.

PER I LICEI

  • Diversa articolazione delle discipline: è stato  attribuito maggior rilievo nel primo biennio a quelle che consentono il completamento dell’obbligo. In questa logica è stato potenziato l’asse delle scienze;
  • si partirà solo dalle classi prime;
  • le materie dell’ultimo anno nel quadro dell’autonomia non possono essere eliminate in funzione dell’esame di stato;
  • l’articolazione del collegio dei docenti in dipartimenti e la costituzione del comitato scientifico sono previste come possibilità e non come obbligo;
  • eliminato il previsto comitato nazionale;
  • verificate le confluenze, in particolare per i licei artistici che sono stati articolati in sei indirizzi sia per facilitare l’orientamento degli studenti sia per garantire la confluenza degli istituti d’arte a cui è stata data, comunque, la possibilità di confluire negli istituti professionali. La possibilità di “diversa confluenza” è prevista anche per alcuni istituti liceali sperimentali;
  • apportate limitate modifiche di quadro orario nel liceo musicale e coreutico dando più spazio ad alcune discipline definite “culturali”;
  • modificata la denominazione del liceo scientifico ad opzione tecnologica in liceo delle scienze applicate accompagnata da una rivisitazione del quadro orario;
  • potenziato l’insegnamento di economia e diritto nel liceo socio economico sociale e nel biennio del liceo delle scienze umane;
  • riscritto l’allegato A);
  • riscritto l’allegato H), arricchendo l’elenco delle materie attivabili per dare ampia possibilità alle scuole;

·        nel primo biennio è previsto l’insegnamento di storia e geografia come insegnamenti abbinabili e non scindibili.

PER GLI ISTITUTI TECNICI E PROFESSIONALI 

  • Avvio dei nuovi ordinamenti solo dalle classi prime;
  • negli istituti tecnici le classi successive alla prima, ad esclusione della quinta, pur rimanendo con il vigente ordinamento dovranno svilupparlo con 32 ore settimanali. La individuazione di quale insegnamento  perderà  le ore avverrà col decreto che determinerà le cattedre e riguarderà le discipline che hanno più di 99 ore settimanali e nel limite di “non più del 20% di riduzione”;
  • negli istituti professionali per la seconda e la terza permane quanto previsto in prima lettura, cioè il limite di 34 ore settimanali;
  • l’articolazione del collegio dei docenti in dipartimenti e la costituzione del comitato scientifico sono previste come possibilità e non come obbligo;
  • è stato eliminato il previsto comitato nazionale
  • si è modificato il profilo di uscita rafforzando alcuni risultati di apprendimento  e si è migliorata la loro esplicitazione in particolare per cittadinanza e costituzione prevedendone la connessione tra l’ambito letterario e del diritto;
  • ribadita la centralità dei laboratori senza confusione tra attività di laboratorio e compresenze;
  • previste nuove articolazioni per favorire la confluenza di alcuni indirizzi attuali;
  • la confluenza dei percorsi sperimentali è una sola, ma modificabile in base a motivata richiesta;
  • per gli istituti professionali previsto un regime non solo sussidiario ma anche surrogatorio fino alle delibere che regolamenteranno le nuove qualifiche professionali che, secondo gli accordi in corso, saranno definite nel numero di 21;
  • negli istituti professionali è stato recuperato l’indirizzo odontotecnico e ottico.

www.snalsvenezia.it

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione