Sindaco di Predappio: non cambio idea, nessun fondo per viaggio ad Auschwitz allo studente, la risposta di Fioramonti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Noi non abbiamo cambiato idea. Dal nostro punto di vista la nostra scelta è corretta”. Lo afferma all’Adnkronos il sindaco di Predappio, Roberto Canali, dopo le polemiche per la decisione del suo Comune di negare il contributo a uno studente per la partecipazione al progetto ‘Promemoria Auschwitz – Treno della Memoria’.

“Passiamo per negazionisti, ma nessuno ha mai negato nulla, né quanto sia opportuno andare in visita ad Auschwitz e in quei luoghi per vedere cosa è successo – sottolinea – E’ importante, opportuno e auspicabile che i giovani facciano questo viaggio, ma, detto questo, noi abbiamo deciso di non collaborare con questa associazione perché se vuole avere un’onestà intellettuale deve farsi portatrice della conoscenza della storia e della memoria a 360 gradi”.

Il sindaco sottolinea che quando gli verrà proposto di finanziare sia questo progetto per Auschwitz “sia altro, cioè i disastri fatti dal comunismo e dalle foibe, saremo lieti di partecipare e contribuire”. Le polemiche che si sono sollevate da più parti, secondo Canali, sono “strumentali”.

Il ministro Fioramonti ha pubblicato un commento sulla vicenda su Twitter, in cui invita il sindaco ad andare ad Auschwitz con lui e lo studente: il MIUR pagherà le sue spese e quelle del ragazzo a cui ha negato i fondi.

risposta

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione