Il sindaco De Magistris a fianco dei docenti napoletani

WhatsApp
Telegram

“Illuminiamo le piazze d'Italia contro il Ddl scuola”, promosso dal Coordinamento Lumini Rossi 23 aprile, che ha visto la partecipazione dell'associazione DemA e dei rappresentati di alcune sigle sindacali della scuola, come Gilda e Cobas, ha registrato anche la partecipazione del sindaco di Napoli De Magistris.

“Illuminiamo le piazze d'Italia contro il Ddl scuola”, promosso dal Coordinamento Lumini Rossi 23 aprile, che ha visto la partecipazione dell'associazione DemA e dei rappresentati di alcune sigle sindacali della scuola, come Gilda e Cobas, ha registrato anche la partecipazione del sindaco di Napoli De Magistris.

Solidarietà ai docenti è stata manifestata dal consigliere Salvatore Pace e dal sindaco Luigi De Magistris – riporta cevitasumarte.it  Massimiliano Longobardo – che è intervenuto in prima linea alla manifestazione, condividendo le sue riflessioni: «Non bisogna mollare perché si sta provando a disintegrare uno dei baluardi della democrazia del nostro paese. Sono profondamente contrario alla riforma perché intacca l'autonomia della scuola e sostiene una logica aziendalistica legata al profitto capitalistico. Da parte nostra, stiamo provando a organizzare a luglio una iniziativa importante in città in difesa della scuola pubblica contro le politiche del governo Renzi». –

Apprezzamenti per l'operato del sindaco sono stati espressi da Marcella Raiola del Coordinamento Precari Scuola Napoli che ha dichiarato a Cevitasumarte.it: «Lo spontaneismo organizzativo di docenti delusi dai rispettivi sindacati, ovvero disposti a rinunciare a rivelare la propria identità politica o sindacale, pur di mostrare unitarietà e uniformità di intenti, la dice lunga sul grado di rabbia e di disapprovazione della condotta del governo e delle sue proposte incostituzionali di privatizzazione, di liquidazione dei diritti dei lavoratori e di soppressione della libertà di insegnamento. Bisogna continuare a tessere relazioni in piazza e mantenere un alto profilo rivendicativo ed etico, perché il gioco del divide et impera non riesca più a questo governo. Preziosa la partecipazione del sindaco De Magistris, che con una delibera monocratica, contro gli inaccettabili vincoli imposti alle spese dei comuni, ha stanziato fondi per l'edilizia scolastica sul territorio napoletano, e che più volte ha affermato che è assurdo considerare i diritti come un freno alla ripresa economica»

Riforma e assunzioni. PD verso ok rapido. Martedì maxiemendamento, senza mediazione si va a fiducia. M5S: minacciate di non votare

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro