Il sindaco di Chicago è irremovibile, 54 scuole chiuderanno perché “fallite”

di Giulia Boffa
ipsef

Red – Rahm Emanuel, primo cittadino di Chicago ed ex capo di gabinetto di Barack Obama alla Casa Bianca,ha deciso di chiudere 54 scuole pubbliche, fallite a suo dire per via degli scarsi risultati nell’educazione delle giovani generazioni a fronte di un peso economico da capogiro sull’erario cittadino.

Le scuole si sono coalizzate ed hanno chiesto aiuto al sindacato degli insegnanti e agli eletti a Springfield – dove ha sede il Parlamento dell’Illinois, nel tentativo di ottenere una moratoria, ma finora senza alcun risultato.

Red – Rahm Emanuel, primo cittadino di Chicago ed ex capo di gabinetto di Barack Obama alla Casa Bianca,ha deciso di chiudere 54 scuole pubbliche, fallite a suo dire per via degli scarsi risultati nell’educazione delle giovani generazioni a fronte di un peso economico da capogiro sull’erario cittadino.

Le scuole si sono coalizzate ed hanno chiesto aiuto al sindacato degli insegnanti e agli eletti a Springfield – dove ha sede il Parlamento dell’Illinois, nel tentativo di ottenere una moratoria, ma finora senza alcun risultato.

Il sindaco è irremovibile:“Subirò qualsiasi conseguenza politica se ciò serve a dare un futuro migliore ai nostri figli – ha replicato – chiudere queste scuole fatiscenti era politicamente rischioso ma necessario per l’educazione dei ragazzi”.

La tesi di Rahm Emanuel è che il sistema scolastico pubblico ha un deficit annuale di 1 miliardo di dollari a causa del mantenimento di troppi edifici mezzi vuoti: a fronte di classi con 500 mila posti vi sono solo 403 mila alunni. Da qui la scelta di chiudere 54 scuole, scegliendo quelle con meno alunni ed al contempo risultati più scarsi. Gli alunni che andavano nelle scuole chiuse saranno trasferiti in istituti che danno rendimenti migliori, come il piccolo Asean Jonhson, 9 anni, che ha tenuto un discorso per convincere il sindaco di Chicago Rahm Emanuel a non chiudere il suo istituto, la Marcus Garvey School.

Eccolo nel video che ha fatto il giro del web.

 

Versione stampabile
anief
soloformazione