Sindacati: la maggioranza dei supplenti oggi in servizio lavora senza abilitazione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

187.865 supplenti con contratto al 31 agosto o 30 giugno. La maggior parte di loro lavora senza abilitazione, quindi senza  formazione specifica per il lavoro che sono chiamati a svolgere. 

E’ quanto denunciato dai sindacati FLCGIL, CISL, UIL, SNALS e GILDA che anche per richiedere l’avvio di percorsi strutturati di abilitazione hanno proclamato lo sciopero per il prossimo 6 marzo.

Gli ultimi percorsi sono stati quelli di PAS (2013) e TFA (2014).

Dopo lo scorrimento delle graduatorie dei docenti abilitati, i supplenti vengono quindi reclutati dalla terza fascia delle graduatorie di istituto o dalle domande di messa a disposizione. La conoscenza del lavoro a cui si è chiamati inizia quando si entra in classe per la prima volta.

E di supplenza in supplenza si sogna la stabilizzazione.

 

Versione stampabile
Argomenti: