Sindacati, dite a Renzi di salvare anche le scuole con l’assunzione del personale ATA

Stampa

Gruppo Fb Supplenti della Scuola per la Qualità e Dignità del Lavoro 7863 iscritti  (Ata, docenti, Dsga) – Non solo le banche Ricordiamo alle Organizzazioni Sindacali, come ben sanno,  che il Miur e il Mef hanno deciso di bloccare le 6.243 assunzioni di personale Ata che, lungi dal coprire i quasi 30mila posti attualmente liberi, almeno consentirebbero di garantire il turn-over.

Gruppo Fb Supplenti della Scuola per la Qualità e Dignità del Lavoro 7863 iscritti  (Ata, docenti, Dsga) – Non solo le banche Ricordiamo alle Organizzazioni Sindacali, come ben sanno,  che il Miur e il Mef hanno deciso di bloccare le 6.243 assunzioni di personale Ata che, lungi dal coprire i quasi 30mila posti attualmente liberi, almeno consentirebbero di garantire il turn-over.

Si tratta di una decisione che smentisce clamorosamente la previsione dell'art. 15, comma 1 legge 128/2013, in cui era stato invece “definito un piano triennale per l'assunzione a tempo indeterminato di personale docente, educativo e ATA, per gli anni 2014-2016, tenuto conto dei posti vacanti e disponibili in ciascun anno, delle relative cessazioni del predetto personale.  Ricordiamo anche che,  al Tavolo Ministeriale del 28 agosto scorso, i referenti del Ministero hanno dato garanzie verbali di una proroga automatica al 31 agosto dei contratti di supplenza ATA su Organico di Diritto per tutti i posti non occupati dagli esuberi del personale delle province. 

Questa situazione di incertezza e precarietà rende il lavoro delle Segreterie scolastiche e dei servizi ausiliari dei collaboratori scolastici sempre più carente, instabile, incerto, e abbassa il livello di qualità ed efficienza in un servizio pubblico fondamentale per la Repubblica Italiana. 

Chiediamo a tutti i sindacati di voler sollecitare il Presidente del Consiglio e il Governo ad avere la stessa lodevole prontezza che hanno avuto per salvare gli Istituti bancari. Anche qui, come per le banche, si tratta di migliaia di posti di lavoro. Anche qui si tratterà di conti correnti che verranno chiusi per disoccupazione.  Una mancata considerazione degli organici ATA nella legge di Stabilità o nel decreto milleproroghe determinerebbe effetti deleteri sul funzionamento del servizio Istruzione.  Un funzionamento che non si basa solo sul conferimento maggiore autorità e potere ad un Dirigente Scolastico ma si basa soprattutto su un organigramma complessivo da salvaguardare, senza il quale, l'istituto scolastico è destinato a sprofondare progressivamente, come e peggio delle Banche.

Per questi motivi, il Gruppo Supplenti della Scuola per la Qualità e Dignità del Lavoro  chiede un maggior impegno sulla vertenza dei precari storici ATA a  tutti quei sindacati  che hanno organizzato lo sciopero generale le tante manifestazioni a difesa della Scuola Pubblica.

Si fa appello anche  a tutti i forum in rete e a tutti i gruppi sui social network in cui sono presenti DSGA, Assistenti Amministrativi, Collaboratori scolastici e Dirigenti Scolastici  perché ci si unisca e non si lasci passare nell'inerzia un anno scolastico con questa grave situazione degli organici. Una situazione che prefigura enormi difficoltà per il periodo di fine anno scolastico e all'apertura del prossimo anno scolastico quando gli istituti saranno sempre più sguarniti di personale ausiliario, tecnico e di segreteria. 

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!