Sindacati chiedono aumenti stipendio, Miur propone concorsi: scioperiamo. Lettera

WhatsApp
Telegram
ex

Inviato da Mario Bocola – All’incontro del Ministro con i sindacati della scuola si è parlato molto dei prossimi concorsi, ma non si è fatto cenno al rinnovo del CCNL del personale della scuola, perché le risorse che saranno stanziate nel DEF sono irrisorie o non ci sono affatto.

La scuola, come al solito, sarà nuovamente penalizzata e le parole del titolare di Viale Trastevere, espresse al condizionale “vorrei aumentare lo stipendio dei docenti…ma” lasciano chiaramente presagire che la coperta è non più corta, ma cortissima.

Le sigle sindacali hanno così proclamato lo sciopero per il 17 maggio. C’è bisogno di una risposta e di una adesione massiccia di tutto il personale docente che deve far sentire forte e vibrante la sua voce, altrimenti dall’opinione pubblica e dalle istituzioni dello Stato non veniamo affatto considerati e continueremo a subire sempre, ovunque e comunque.

È necessaria una adesione corale altrimenti le cose non cambiamo affatto. Tuttavia è purtroppo vero che molti docenti non ci credono alle parole e vogliono i fatti, perché sono disillusi e scoraggiati ma i fatti vengono solo da una risposta corale, forte e massiccia.

LO sciopero resta l’unica arma di difesa per tutelare i diritti di tutti i lavoratori.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito