Esami di Maturità, sindacati al Miur: non vietare presidenza commissione a dirigenti scuole primo ciclo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nella mattinata odierna, abbiamo riferito sull’intervento dell’ANP riguardo al “divieto di fatto” per i dirigenti scolastici del primo ciclo di partecipare agli esami di Stato di II grado in qualità d Presidenti.

Esami di Stato II grado, ANP: dirigenti primo ciclo devono poter essere nominati Presidenti di Commissione

Il divieto, come afferma l’ANP, è stato introdotto in via amministrativa con la Circolare sull’esame di Maturità a.s. 2016/17.

Lo stesso argomento è stato affrontato a margine dell’incontro Miur-sindacati, svoltosi il 9 marzo u.s., sulla semplificazione amministrativa. Nel corso dell’incontro, le OO.SS. hanno rinnovato la richiesta di non escludere in alcun modo i dirigenti delle scuole del primo ciclo dalla nomina alla presidenza delle Commissione degli esami di Maturità.

Così ha riferito la Cisl:

 A margine dell’incontro, è stata rinnovata la richiesta che nella prossima nota ministeriale relativa alla composizione delle Commissioni per l’esame di Stato nella scuola secondaria di secondo grado non si escluda in alcun modo la possibilità della nomina dei dirigenti delle istituzioni scolastiche del primo ciclo alla presidenza delle Commissioni.

Evidenziamo, come già fatto nel sopra richiamato articolo, che i dirigenti delle scuole secondarie di primo grado (quindi coloro i quali dirigono un Istituto Comprensivo o una Scuola media) svolgono, a partire dal prossimo esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione, la funzione di Presidente della Commissione costituitasi nella propria scuola.

Versione stampabile
soloformazione