Siffredi: “Mi chiedo perché non si riesca a fare una buona educazione sessuale a scuola”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’attore Rocco Siffredi, nel corso di un’intervista su Meteoweb, ha affrontato il tema dell’eduzione sessuale a scuola, evidenziando che ancor oggi si  prova vergogna a parlare di sesso.

Così ha affermato l’attore:

Mi chiedo perché non si riesca a fare una buona educazione sessuale a scuola e poi si portino i ragazzini di 11 anni a vedere i trapper che parlano di donne che fanno sesso con i cani. Tu porti i bambini a sentire questi testi però poi non riusciamo a spiegargli la base, l’abc, la sessualità con cui tutti nasciamo che però ancora oggi ci fa vergognare. C’è troppa ipocrisia. Bisogna riflettere

Ricordiamo che anche Bussetti era intervenuto sui brani trap, criticandoli.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione