Sicurezza scuole, Udir: bisogna far rientrare l’allarme

WhatsApp
Telegram

Comunicato – Il giovane sindacato lo ha sempre attestato: bisogna approvare modifiche urgenti al Testo Unico sulla sicurezza e i profili penali, amministrativi e civili dei capi d’istituto e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di interventi urgenti e immediati per la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Ora anche gli altri sindacati si rendono conto che il problema esiste ed è urgente.

La sicurezza a scuola è un elemento indispensabile e pertanto non è più possibile soprassedere sui casi di crolli, recenti e molteplici, avvenuti all’interno degli istituti. Udir, giovane sindacato che tutela i dirigenti scolastici, sin dalla sua nascita, ha sempre promosso, tramite emendamenti, scioperi, manifestazioni, un programma in grado di rendere le nostre aule luoghi sicuri, per lavoratori e discenti.

Pochi giorni fa al Miur c’è stato un incontro coi sindacati; tra i presenti, anche la viceministra Anna Ascani, che ha assicurato l’impegno del Ministero dell’Istruzione e del Governo “a dar corso all’intesa sottoscritta il 29 ottobre scorso tra MIUR e Organizzazioni sindacali ed in particolare allo stanziamento nella legge di bilancio di congrue risorse per garantire un rinnovato ruolo degli enti locali ai quali sarebbe affidata la definizione dei rischi strutturali e l’indicazione delle misure necessarie a ridurre il rischio, da recepire all’interno del documento di valutazione dei rischi di competenza della singola scuola”.

Il commento del presidente Udir Marcello Pacifico

Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Udir, “la questione relativa alla sicurezza rientra senza dubbio tra le priorità che il Miur e il Governo devono affrontare per sollevare le sorti dei nostri istituti, molti dei quali costruiti prima del 1970. Noi abbiamo sempre affermato, sin dalla nostra fondazione come sindacato, che a scuola si va per lavorare e studiare, non per rischiare la vita. La cronaca ci narra numerosissimi casi di crolli, spesso con epiloghi tragici. Non è più possibile continuare a guardare altrove: la sicurezza nei nostri istituti è un’emergenza, e va affrontata ora.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito