Sicurezza, qualità ed accessibilità a scuola. il 18 settembre ‘XI Rapporto nazionale di Cittadinanzattiva

di Lalla
ipsef

Cittadinanzattiva onlus Ufficio stampa nazionale – In coincidenza della ripresa dell’anno scolastico sarà presentato a Roma il prossimo 18 settembre, presso la Sala delle Colonne (Palazzo Marini, Camera dei Deputati, via Poli 19, ore 9.15-13.30), l’XI Rapporto nazionale su sicurezza, qualità ed accessibilità a scuola, realizzato da Cittadinanzattiva sulla base dei dati raccolti nel corso del monitoraggio civico di circa 160 scuole di tutte le regioni, ad esclusione di Valle D’Aosta e Liguria.

Cittadinanzattiva onlus Ufficio stampa nazionale – In coincidenza della ripresa dell’anno scolastico sarà presentato a Roma il prossimo 18 settembre, presso la Sala delle Colonne (Palazzo Marini, Camera dei Deputati, via Poli 19, ore 9.15-13.30), l’XI Rapporto nazionale su sicurezza, qualità ed accessibilità a scuola, realizzato da Cittadinanzattiva sulla base dei dati raccolti nel corso del monitoraggio civico di circa 160 scuole di tutte le regioni, ad esclusione di Valle D’Aosta e Liguria.

Il monitoraggio di quest’anno oltre a rilevare gli aspetti legati alla sicurezza strutturale, alla manutenzione ed igiene degli edifici scolastici, evidenzierà anche le problematiche legate alla vita degli studenti con disabilità: le condizioni esterne all’edificio scolastico; la presenza di barriere architettoniche all’interno, di attrezzature motorie e arredi scolastici adeguati, di strumenti tecnologici specifici; le modalità di somministrazione dei farmaci, le caratteristiche dei bagni per disabili, ecc.

Attraverso dati, immagini e testimonianze dell’XI Rapporto, Cittadinanzattiva si propone di:

– intervenire per denunciare e risolvere singole situazioni di insicurezza, di sovraffollamento, di invivibilità e di mancata tutela del diritto allo studio e alla salute per i ragazzi con disabilità e non, in alcune scuole italiane;
– mantenere alta l’attenzione e l’impegno su questa emergenza nazionale interloquendo con Parlamento, Ministeri, Regioni, Enti locali, soggetti privati, associazioni;
– avanzare proposte sulla base anche di buone pratiche intercettate, per ottenere risparmi ed evitare sprechi, reperire nuove risorse ed adottare soluzioni innovative ed economiche per la realizzazione di nuovi edifici scolastici o per gestirne la manutenzione.

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare