Sicurezza online e uso critico delle tecnologie digitali

di Andrea Raciti
ipsef

Nell’ultimo decennio le nuove tecnologie hanno profondamente trasformato la scuola italiana, offrendo agli insegnanti straordinari strumenti capaci di rivoluzionare gli ambienti di apprendimento.

Nell’ultimo decennio le nuove tecnologie hanno profondamente trasformato la scuola italiana, offrendo agli insegnanti straordinari strumenti capaci di rivoluzionare gli ambienti di apprendimento.

In molte classi delle nostre scuole le moderne dotazioni informatiche (computer, LIM, tablet, ecc) e la conquista del web hanno spalancato nuovi orizzonti didattici, permettendo agli insegnanti di sperimentare approcci innovativi e linguaggi vicini alla realtà quotidiana degli alunni.

In questo contesto, ovviamente, la formazione dei docenti assume un ruolo di primaria importanza. Dopo anni di comprensibile riluttanza, in cui le lavagne interattive multimediali venivano retrocesse a semplici strumenti di proiezione, sembra sia arrivato finalmente il momento di raccogliere i primi frutti di questo ambizioso investimento.

Bisogna ammettere, tuttavia, che l’utilizzo delle nuove tecnologie, con particolare riferimento alla fruizione di internet, espone i nostri alunni a rischi che non devono essere sottovalutati da insegnanti e genitori. Agli adulti spetta il compito di educare i giovani ad assumere in rete comportamenti virtuosi e responsabili, come ad esempio:

  • Valutare l’attendibilità dei siti e delle informazioni in essi contenute
  • Utilizzare password complesse per i propri account
  • Tutelare le informazioni personali
  • Proteggere il computer da virus e altri programmi dannosi
  • Non scaricare illegalmente materiale dalla rete
  • Non abusare di internet

In rete sono disponibili diversi strumenti di protezione che aiutano a prevenire i rischi di internet. Il Centroper la sicurezza online di Google, ad esempio, offre importanti suggerimenti per la sicurezza online.

In particolare, segnaliamo due validi strumenti che Google mette a disposizione di genitori ed insegnanti per rendere più sicura la navigazione in rete dei nostri figli e dei nostri alunni:

  1. la Funzione “SafeSearch” di Google, che permette di rimuovere dai risultati di ricerca siti che includono contenuti per adulti;
  2. la “Modalità di protezione di YouTube”, che consente di filtrare i contenuti in modo da impedire la visualizzazione di video soggetti a limiti di età.

Attraverso la videoguida gratuita di Orizzontescuola, contenuta all’interno dell’unità A3 del corso online Inclasse con la LIM, sarà possibile imparare in pochissimi minuti ad utilizzare questi preziosi strumenti che, nonostante non possano sostituirsi all’occhio vigile e alla guida esperta di genitori ed insegnanti, rappresentano preziosi alleati per la protezione della famiglia e dei nostri alunni.

All’interno della nostra videoguida sono contenuti, inoltre, utili consigli per una navigazione sicura.

Clicca qui per accedere gratuitamente: In classe con la LIM – Unità A3

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione