Dirigenti scolastici, cambia il testo unico: scudo penale in arrivo. Pacifico (UDIR): approvato emendamento al Senato

WhatsApp
Telegram

Con un emendamento presentato da Fratelli d’Italia, proposto dal sindacato Udir, al decreto legge fisco e lavoro approvato in Commissione in Senato, si fa chiarezza sulla responsabilità dei dirigenti scolastici che sono esonerati da responsabilità civili, amministrative e penali se hanno fatto quanto di loro competenza, e potranno interdire l’utilizzo degli edifici se valuteranno il rischio di pericolo.

In una nota, il presidente di Udir, Marcello Pacifico, spiega: “Da cinque anni chiediamo questa modifica, dalla fondazione del giovane sindacato, in parlamento e in tutti i convegni. La battaglia era stata recepita in una specifica proposta di legge più articolata presentata alla Camera dei Deputati da Villani (M5S). Finalmente i presidi che non hanno mai avuto il potere di spesa sugli interventi, grazie all’emendamento suggerito da Udir e presentato dal gruppo di Fratelli d’Italia, approvato dalla Commissione del Senato, potranno essere tutelati da un buco normativo che li vedeva spesso inermi incolpevoli nel banco degli imputati. Ora bisogna puntare sulla perequazione interna ed esterna alle altre aree della dirigenza e su regole nuove sulla mobilità”.

Fratelli d’Italia: finalmente uno scudo per tutelare i dirigenti scolastici

Grazie ad un emendamento di Fratelli d’Italia a firma mia e dei colleghi De Bertoldi, Maffoni e Drago finalmente i Dirigenti Scolastici avranno uno scudo rispetto alle responsabilità civili , amministrative e penali che la pandemia potrebbe comportare in ragione della delicata funzione che svolgono. Da oltre un anno sostengo che i Dirigenti Scolastici non potevano essere lasciati soli e che quando hanno svolto bene il loro dovere nell’applicazione delle disposizioni non debbono essere perseguiti. Finalmente il Governo e la maggioranza hanno compreso che la nostra proposta, che era stata più volte bocciata ai provvedimenti ai quali l’ho presentato, era nell’interesse di professionisti che ingiustamente erano stati abbandonati al cospetto delle loro responsabilità. Meglio tardi che mai. Fratelli d’Italia conferma di essere un’opposizione patriottica sempre pronta ad offrire le sue proposte e con ostinata convinzione oggi raggiunge questo importante risultato per migliaia di Dirigenti Scolastici.”

Lo dichiara il Senatore Antonio Iannone, Capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione Istruzione del Senato.

Esprimiamo soddisfazione per l’approvazione in Senato dell’emendamento del dipartimento Istruzione di Fratelli d’Italia, relativo allo scudo penale che consente una protezione per i dirigenti scolastici, nell’ambito delle loro responsabilità civili, amministrative e penali“. Lo dichiarano i deputati di Fratelli d’Italia, Ella Bucalo e Paola Frassinetti, rispettivamente responsabili del dipartimento Scuola e Istruzione.

Garantire uno scudo penale è stata una battaglia intrapresa con tenacia dal nostro dipartimento, specie in un periodo in cui la pandemia sta ponendo grossi ostacoli allo svolgimento di parecchie funzioni per i dirigenti della scuola italiana. Abbiamo pertanto lottato affinché queste figure istituzionali, importantissime per il corretto funzionamento scolastico, non fossero perseguite in caso di giustificati intoppi burocratici dovuti alle difficoltà di recepire e mettere in pratica la messe di nuove ordinanze che si succedono in questo delicatissimo momento“, spiegano.

Movimento Cinque Stelle: “Soddisfatti”

“Abbiamo convintamente votato e sostenuto come M5S l’emendamento al dl fiscale che prevede lo scudo penale per i presidi che abbiano richiesto interventi strutturali e di manutenzione degli istituti scolastici. Siamo soddisfatti di aver dato una risposta concreta ad una categoria, quella dei dirigenti scolastici, da sempre sotto pressione ed ancor di più con l’emergenza covid, nel cui ruolo rientra quello di responsabili della sicurezza, con conseguenze inopportune anche quando hanno predisposto provvedimenti per evitare potenziali pericoli. Ci fa piacere che questo emendamento, presentato dall’opposizione, abbia trovato il sostegno e il voto favorevole di tutte le forze politiche. È il segnale concreto del fatto che quando le battaglie sono giuste non esistono steccati ideologici, ma solo l’obiettivo concreto di dare ai cittadini risposte corrette e condivise”. 
Così in una nota i senatori del MoVimento 5 Stelle Bruna Piarulli e Gaspare Marinello.

Approvato l’emendamento che istituisce lo scudo amministrativo, civile e penale per i dirigenti scolastici: finalmente nel Decreto Fisco arriva la convergenza politica su un tema per cui mi sto battendo fin dal mio insediamento in Parlamento! Con questo sì bipartisan, raggiungiamo un risultato storico e ridiamo ai Dirigenti Scolastici la serenità di fare il loro lavoro senza temere di dover pagare per responsabilità non attribuibili a loro!”: così la Deputata del MoVimento 5 Stelle, Virginia Villani commenta l’approvazione dell’emendamento al Decreto Fisco che fornisce ai dirigenti scolastici uno scudo per le responsabilità amministrative, civili e penali derivanti dall’emergenza Covid o da quelle di tipo edilizio manutentivo.

Nel 2018 su questo tema ho presentato una proposta di legge AC 1114, che prevede la modifica del Decreto Legislativo 81 del 2008 sulle responsabilità dei dirigenti scolastici per i danni civili e penali derivanti da cattiva manutenzione dell’edificio scolastico. La mia proposta di legge poi, prevede infatti, di non ritenere responsabili i Dirigenti Scolastici che avranno fatto richiesta (per tempo) di intervenire sulla manutenzione dell’edificio scolastico. Ciò perchè, se è vero che il dirigente scolastico è considerato come datore di lavoro, non ha però le necessarie risorse e strumenti per poter operare direttamente al fine di garantire la sicurezza delle strutture, delegata invece a Enti e proprietari, spesso sordi alle richieste di intervento dei presidi – spiega l’On. Villani – I Dirigenti delle istituzioni scolastiche dunque, con l’emendamento approvato, saranno esentati da qualsiasi responsabilità civile, amministrativa e penale qualora abbiano tempestivamente richiesto gli interventi strutturali e di manutenzione, necessari per assicurare la sicurezza dei locali e degli edifici assegnati, adottando le misure di carattere gestionale di propria competenza. Inoltre, avranno anche il potere di interdire parzialmente o totalmente l’utilizzo dei locali e degli edifici assegnati – spiega l’On. Villani – Da donna di scuola e preside, non posso che dirmi soddisfatta da questo emendamento, finalmente approvato al Senato, che risolve un assurdo italiano dove il Dirigente Scolastico non aveva alcun potere di azione ma pagava per colpe di altri. Ora, con il Decreto Fisco si apporterà in parte il cambiamento che a gran voce da anni sto richiedendo: è una vittoria di tutti”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur