Sicurezza, adeguamento norme antincendio entro il 2021

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il decreto semplificazioni è attualmente al vaglio del Parlamento e allo stesso sono stati presentati diversi emendamenti.

Un emendamento dei relatori, come riferisce il Corriere.it, riguarda la messa a norma delle scuole relativamente alla certificazione antincendio.

Normativa vigente

Scuole e asili nido avrebbero dovuto mettersi in regola entro il 31 dicembre 2018.

Secondo la prima versione del disegno di legge, scrive il Corriere, dal 1° gennaio 2019 tutte le scuole dovevano essere dotate del Certificato Prevenzione Incendi (che dal 2011 è diventato Segnalazione Certificata Inizio Attività – SCIA antincendio) e dovevano rispettare le disposizioni delle «Norme di prevenzione incendi per l’edilizia scolastica» previste da un decreto del ‘92, o, in alternativa, delle «Norme tecniche di prevenzione incendi per le attività scolastiche», del 2017. Per gli asili nido l’adeguamento era previsto alle regole del 2014.

Cosa prevede l’emendamento al decreto semplificazioni

L’emendamento al decreto semplificazioni proroga la messa a norma delle scuole al 31 dicembre 2021 per le scuole, al 31 dicembre 2019 per gli asili nido.

Oltre alla proroga, il decreto  prevede un “piano triennale di interventi” al fine di “semplificare e razionalizzare le procedure di adeguamento alla normativa antincendio”.

Edilizia scolastica: situazione problematica

La proroga si inserisce in quadro tutt’altro che roseo, come testimoniano i dati dell’Anagrafe dell’Edilizia Scolastica, secondo cui:

  • il 58% delle scuole non rispetta le norme antincendio;
  • il 53% delle scuole non è in regola sotto il profilo dell’agibilità.
Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione