Sicilia: riconosciute ore di sostegno ad alunni disabili ma negato il risarcimento danni

di Lalla
ipsef

S F I D A Sindacto Famiglie Italiane Diverse Abilità – Il Sindacato SFIDA, comunica che i giudici della Seconda Sezione del TAR di Catania hanno accolto i ricorsi, patrocinati dall’avv. Nuccia TORRE, di due famiglie di alunni con disabilità della provincia di Messina. Con sentenza definitiva, sono state reintegrate le ore di sostegno scolastico e l’Amministrazione è stata condannata al pagamento delle spese.

S F I D A Sindacto Famiglie Italiane Diverse Abilità – Il Sindacato SFIDA, comunica che i giudici della Seconda Sezione del TAR di Catania hanno accolto i ricorsi, patrocinati dall’avv. Nuccia TORRE, di due famiglie di alunni con disabilità della provincia di Messina. Con sentenza definitiva, sono state reintegrate le ore di sostegno scolastico e l’Amministrazione è stata condannata al pagamento delle spese.

I giudici hanno però rigettato la richiesta di risarcimento danno, avanzata dall’avv. Torre, non sulla base di un diritto leso, bensì per la _"carenza di risorse finanziarie"._

Con queste due Sentenze i due alunni potranno proseguire in maniera più adeguata il loro processo di apprendimento scolastico.

Il Sindacato SFIDA, di fronte a queste due Sentenze, non "gioisce" perché è oltremodo evidente l’incapacità della Istituzione Scolastica che è preposta a favorire l’inclusione dei soggetti più deboli e dell’Istituzione giuridica che, contraddicendosi, riconosce il diritto leso anche dinnanzi a _" contingenti esigenze della finanza pubblica _…", ma non ne riconosce il danno, pur manifesto, sempre per "_carenze di risorse finanziarie …"._

Purtroppo sulla disabilità si ripercuote il fallimento di una società incapace di manifestare un equilibrio di comportamento e di giudizio proprio da parte di quelle istituzioni preposte a garantire l’assistenza, l’istruzione, l’educazione e l’inclusione.

Il Sindacato SFIDA auspica che, a livello istituzionale, si possano trovare delle figure preparate, responsabili, disponibili e che abbiano il "coraggio" di ribaltare questo momento di profonda sfiducia in cui versano le famiglie che vivono la disabilità.

Il segretario Provinciale
Prof.ssa Maria
VITALE MERLO

Versione stampabile
soloformazione