Sicilia, meno studenti e meno occupati (neet): 2018 anno da dimenticare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il 2018 è per la Sicilia dell’istruzione e formazione si potrebbe parlare di anno orribile.

Secondo i dati Istat, è aumentato il numero dei ragazzi che non studiano e non cercano lavoro. I neet, questo l’acronimo a indicare chi ha perso la visione del proprio futuro professionale e di studio, sono  un fenomeno di nuovo in crescita, dopo il calo registrato nel 2017.

Secondo quanto scrive Repubblica.it il dato non è solo a fine statistico, ma ha una sua influenza rilevante, perché la Commissione europea ha inserito il livello di istruzione degli under 24 tra gli aspetti che possono fare la differenza per lo sviluppo economico e sociale di una regione.

Fra i dati di maggiore rilievo, ci sono i giovani fra i 18 e i 24 anni che non sono andati oltre la terza media; sono saliti in percentuale al 22,1 dal 20,9 dell’anno precedente. Va male anche sotto il fronte del lavoro giovanile: nel 2018, il 53,6 per cento dei siciliani tra i 15 e i 24 anni era in cerca di un lavoro.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione