Sicilia in zona gialla: scuole superiori in presenza al 50%. Il resto al 100%. ORDINANZA

Stampa

L’ordinanza del presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, con la quale si recepisce il provvedimento nazionale per il passaggio dell’Isola in zona gialla a partire da lunedì, non apporta alcuna modifica sul fronte scolastico. Lo fa sapere la Presidenza della Regione siciliana.

Restano, dunque, inalterati, almeno per ora, i criteri e le modalità di accesso alle scuole di ogni ordine e grado vigenti: frequenza al cento per cento fino alla secondaria di primo grado, mentre gli istituti superiori continueranno ad operare al cinquanta per cento dell’utenza studentesca.

E’ consentita l’ammissione quotidiana solo agli alunni portatori di disabilità o Bes.

La decisione è stata adottata dal governatore Musumeci, d’intesa con gli assessori all’Istruzione, Roberto Lagalla, e alla Salute, Ruggero Razza.

 

ORDINANZA

Covid-19, in zona arancione Liguria, Toscana, Abruzzo e Trentino. Sicilia in zona gialla ORDINANZA

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur