Sicilia in zona arancione, Musumeci: “Abbiamo vinto, contagi più che dimezzati. Il mio compito è salvare vite umane”

Stampa

Il Governatore della Sicilia Musumeci commenta positivamente il passaggio della Regione dalla zona rossa alla zona arancione, evidenziando gli sforzi compiuti nelle ultime settimane.

“Abbiamo vinto, abbiamo ottenuto il risultato che volevamo. Quando abbiamo chiesto la zona rossa avevamo circa 2.000 contagi al giorno, 60-70 morti al giorno e un Rt di 1,25. C’erano tutti gli elementi per una degenerazione dei contagi. Dal 17 al 31 gennaio abbiamo ottenuto il risultato che volevamo, oggi i contagi sono più che dimezzati”. 

Lo ha detto Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci a Titolo Quinto su Rai 3. “Un presidente di Regione che gestisce un’epidemia l’unico termometro che deve guardare è il numero dei morti quotidiano, l’allarme che si crea. Ho dovuto adottare la zona rossa, una scelta dolorosa e sofferta, ma il mio compito è quello di salvare vite umane. Saremmo rimasti in zona rossa se i dati non fossero scesi“. 

Per quanto riguarda la scuola, torneranno in classe anche gli studenti in Sicilia: la regione ha però deciso nella serata del 29 gennaio di far rientrare lunedì 1 febbraio gli studenti si scuola secondaria di primo grado mentre invece gli studenti di scuola superiore continueranno con la DaD per un’altra settimana per poi rientrare in classe il prossimo 8 febbraio.

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur