Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Si va verso la proroga di opzione donna e Ape sociale, ma per la riforma pensioni grande incertezza

WhatsApp
Telegram

l’Ape sociale e l’opzione donna si avviano verso la proroga di un altro anno, ma per il resto sulla riforma pensioni aleggia ancora una fitta nebbia.

Per la riforma pensioni abbiamo ben poche certezze con il governo fermo sulle proprie decisioni e con i sindacati che chiedono altro. Ma almeno possiamo basarci su due punti fermi, la proroga di due importanti misure di pensionamento anticipato che, altrimenti, sarebbe andate in scadenza a fine anno: Ape sociale e opzione donna.

Il rinnovo delle due misure viene dato come “molto probabile” e, quindi, molto probabilmente sarà ancora possibile anche il prossimo anno pensionarsi con l’Ape sociale a 63 anni con 30 anni di contributi se disoccupati, caregiver o invalidi e con 36 anni di contributi se si è lavoratori gravosi.

Si è molto parlato nell’ultimo periodo dell’estensione delle categorie rientranti nei lavori gravosi e proprio per questo l’Ape sociale potrebbe essere allargata ad una platea di possibili beneficiari più ampia. Si era anche parlato della possibilità di ridurre gli anni di contributi necessari ai gravosi per accedere ma per avere notizie più precise al riguardo bisognerà attendere la conferma della proroga e gli eventuali dettagli.

Molto probabilmente, poi, sarà possibile pensionarsi con l’opzione donna alle lavoratrici che hanno raggiunto i 35 anni di contributi entro la fine del 2021 ed entro la stessa data hanno perfezionato il requisito anagrafico richiesto dalla misura. Nell’attuale versione dell’opzione donna sono richiesti 58 anni per le lavoratrici dipendenti e 59 anni per le autonome. Resta da vedere se i requisiti di accesso saranno confermati o modificati.

Per il resto della cosiddetta riforma pensioni si continua a viaggiare nella nebbia più totale senza avere la minima certezza sull’eventuale applicazione della quota 102/104 o di un eventuale brusco ritorno alla legge Fornero. Quello che è certo è che le coperture messe a disposizione per il capitolo previdenziali sono molto più basse di quelle inizialmente annunciate.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur