Sì concorso bis infanzia e primaria con 180 giorni, anche nelle paritarie. Docenti chiedono attenzione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Coordinamento Docenti Infanzia Primaria con 180 giorni di servizio – Il governo Conte ha manifestato l’intenzione di procedere alla stabilizzazione dei docenti precari mediante concorsi straordinari riservati a chi è in possesso del servizio conseguito presso la scuola statale.

La Corte Costituzionale ha confermato la piena legittimità delle procedure riservate a chi è in possesso di requisiti specifici.

Tuttavia il limite delle due annualità imposto  nella precedente sessione riservata ai docenti della scuola primaria e dell’infanzia, contiene una contraddizione in termini.

I diplomati magistrali hanno potuto usufruire delle disposizioni contenute nel decreto dignità per il quale è stato possibile bandire un concorso riservato per coloro che possedevano due annualità di servizio nelle ultime otto.

Là, TUTTI IN POSSESSO DEL MEDESIMO TITOLO ABILITANTE, ma esclusi in virtù di un limite che non può escludere il ricorso al contenzioso da parte di chi non è riuscito a concludere la seconda annualità completa, utile a maturare il requisito richiesto per la partecipazione.

Molti laureati  in scienze della Formazione Primaria e Diplomati Magistrali ante 2001/2002, per pochissimi giorni di servizio mancati nell’anno scolastico 2018-2019, sono rimasti esclusi dalla possibilità di ottenere la stabilizzazione raccomandata dall’esecutivo Conte.

Nasce oggi il Coordinamento Docenti Infanzia Primaria con 180 giorni di servizio, allo scopo di chiedere alla politica di non replicare gli stessi tragici errori del passato, accogliendo le nostre istanze per una sessione bis riservata a loro, gli esclusi del concorso riservato  2018-2019, purchè in possesso di almeno un’annualità, comprendendo anche i colleghi delle paritarie con le medesime caratteristiche.

@Serena Infante, @Adel Lao, @Maria Anna Di Castro, @Rachele Campeotto, @Erica Talamonti

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione