A Torino il liceo classico Gioberti vieta agli studenti la didattica digitale fuori dalle proprie case

Stampa

Il liceo classico Gioberti di Torino vieta la protesta contro la didattica a distanza dei suoi allievi, che da alcuni giorni stanno seguendo le lezioni online seduti fuori dall’istituto di via Verdi.

Una circolare, firmata dalla dirigente scolastica Miriam Pescatore, annuncia agli studenti che “non è consentito il collegamento da luoghi diversi dalla propria abitazione, quali possono essere parchi, vie cittadine, bar o ambienti di ritrovo, per ragioni di sicurezza e responsabilità. Dal momento che luoghi di questo tipo non favoriscono le condizioni necessarie per la concentrazione e l’attenzione richiesta durante le lezioni”.

“La circolare non è diretta agli studenti che protestano davanti a  scuola – spiega la preside all’Adnkronos – ma poiché in questi giorni  abbiamo registrato comportamenti non consoni di qualcuno che si  collegava dal parco o dal bar abbiamo deciso di ricordare che questo non è possibile anche perché altrimenti si rischia di avallare un’iniziativa che va contro le disposizioni dell’ultimo Dpcm”.

“Certamente – aggiunge – il provvedimento riguarda anche chi protesta. Sappiamo che chi lo fa è stato autorizzato dalle forze dell’ordine, ma per questi giorni non ci si potrà collegarsi a lezione fuori da  scuola. Per intanto – conclude – è in corso un confronto tra loro e me, vedremo nei prossimi giorni come evolverà la questione”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia