Sì al Piano Estate, più scuola per le famiglie che non si possono permettere le vacanze. Le parole del ministro Valditara

WhatsApp
Telegram

“La richiesta fatta al Governo Meloni è stata pienamente soddisfatta: 5 miliardi di euro sono stanziati per la scuola. Si prosegue secondo un indirizzo che già avevamo lanciato e devo dire che si prosegue anche in quella narrazione che ho più volte sottolineato: bisogna ridare autorevolezza al ruolo dei docenti, cominciando dall’aumento degli stipendi”, ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara ai microfoni di Pin Pong su Rai Radio Uno.

“L’Italia è spaccata in due e questo non possiamo più accettarlo. Da qui è nata l’idea di un azione strategica, che vedrà grandi investimenti principalmente su 2000 scuole primarie del mezzogiorno. Si procederà anche con dieci azioni mirate in 145 scuole, che attraverso gli invalsi, sappiamo essere scuole con maggiori crisi. Interverremo con più docenti delle materie di base, italiano matematica inglese, con scuole aperte tutto il giorno, formazione specialistica per i docenti, e più laboratori e più sport per i ragazzi. Abbiamo creato un nuovo fondo per azioni di recupero sociale e psicologico perché il primo passo è quello di far venire i ragazzi a scuola”.

Per quanto riguarda invece la difficoltà di alcune famiglie di occuparsi dei propri figli durante l’estate, il Ministro ha dichiarato di aver lanciato l’idea si un “piano estate. Andremo a favorire quei giovani che appartengono a famiglie che non si possono permettere delle vacanze e hanno necessità che la scuola continui a essere un punto di riferimento anche durante il periodo estivo”.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA