Sì a dicitura ‘genitore’ su documenti dei minori, non a quella di ‘padre’ e ‘madre’. La decisione del Tribunale di Roma

WhatsApp
Telegram

La corretta dicitura sul documento di una bambina è quella di ‘genitore’ e non quella di ‘padre’ e ‘madre’: lo ha deciso il tribunale civile di Roma accogliendo il ricorso presentato da due madri, quella legale e quella adottiva, contro un decreto del gennaio 2019 dell’allora ministro dell’ Interno Matteo Salvini.

La coppia di mamme, a quanto si è appreso, si è presentata al comune per chiedere la carta di identità, ma lì è stato detto loro che serviva la scritta ‘padre e madre o chi ne fa le veci’. Le due mamme si sono quindi rivolte al tribunale ordinario e il giudice ha dato loro ragione.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur