Sgridare i bambini per scopi disciplinari è come picchiarli: provoca insicurezza e risentimento. Meglio ragionare. Cosa ne pensi?

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Si tratta di una ricerca effettuata dall’University o Pittsburgh in dieci scuole medie nell’arco di due anni.

Secondo la ricerca, sgridare i bambini porta ad accentuare sentimenti di insicurezza, risentimento e li porta verso quei comportamenti che vengono criticati.

Gli abusi verbali, secondo i ricercatori sono alla stessa stregua di quelli fisici. Urla, insulti a scopo disciplinare sortiscono, dunque, obiettivi diversi rispetto a quelli sperati. Anzi, aggravano i problemi.

Secondo Ming-Te Wang, assistente professore di psicologia alla School of Education della University of Pittsburgh, gli effetti negativi si vedono a lungo termine, soprattutto negli adolescenti.

Il consiglio dato dai ricercatori è di comunicare con i bambini mettendosi sullo stesso piano, spiegando loro in maniera razionale le preoccupazioni dei genitori e i loro motivi

Versione stampabile
anief
soloformazione