Sgarbi: “Dante è universale. Quel professore non sa nulla. Andrebbe cacciato dalla scuola”

WhatsApp
Telegram

“Nell’enciclopedia universale, di tutti , c’è Dante Alighieri. Se una personalità è universale la si chiama con il nome, come Raffaello, Michelangelo. Lui è un autore universale”.

Lo ha detto su YouTube Vittorio Sgarbi, ex sottosegretario alla Cultura del Governo Meloni e candidato alle elezioni europee, commentando la vicenda della scuola di Treviso, dove un docente ha esonerato degli studenti di fede islamica dalla lezione sulla Divina Commedia.

Mi chiedo: è possibile che in una scuola italiana abbiamo un programma in cui Dante è il primo poeta del mondo un professore del nulla, ad un giovane musulmano, che non deve credere nel Dio cristiano, lo esoneri dal leggere Dante?”, si chiede il critico d’arte.

Quello non è un professore, non sa nulla – tuona Sgarbi – . Non rispetta né la nostra religione né quella islamica. La lettura di Dante è lettura di poesia universale, appartiene a qualunque uomo, di qualunque religione”.

Per questo, secondo Vittorio Sgarbi, “il professore va cacciato dalla scuola. Non so chi sia ma non può insegnare in una scuola del mondo. Quel professore deve andare dietro la lavagna!”.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia