Sgambato (PD): chiediamo ulteriori risorse per incremento Ata e potenziamento docenti

di redazione

item-thumbnail

Comunicato – Abbiamo detto e scritto che la scuola è importantissima per il progresso di un Paese. Io credo che
debba essere l’ossessione del governo, perché le risorse stanziate per la scuola non rappresentano
un costo, ma un investimento che il Paese fa su se stesso e sul proprio futuro. Lo dichiara Camilla Sgambato, responsabile nazionale Scuola del PD.

“Oggi la nostra scuola sta vivendo un periodo di grande difficoltà, sotto tutti i punti di vista, dalla carenza del personale docente ed ATA, per arrivare allo stato degli edifici scolastici.

Ed allora se scuola, università e ricerca sono davvero la priorità di un Paese civile, nella sessione di bilancio, in cui già uno sforzo notevole è stato compiuto, considerato lo stato drammatico delle finanze che abbiamo ereditato, credo che un ulteriore sacrificio vada chiesto per avere ulteriori
risorse per la scuola, la formazione e la ricerca.

Noi ci crediamo. Siamo ancora il Paese che spende meno per la scuola: questo è il momento di raccogliere la sfida ed aumentare sensibilmente la quota di Pil dedicata all’istruzione. Adeguiamo gli organici, cominciando dal potenziamento dei docenti per la scuola dell’infanzia, incrementiamo il personale Ata, a partire sempre dall’infanzia (e il drammatico incidente a Milano ci obbliga a muoverci in tal senso). Cominciamo ad implementare il tempo pieno nelle periferie e nelle zone più depresse d’ Italia. Lo dobbiamo ai nostri alunni e al nostro Paese, perché “la scuola che vogliamo inizi adesso, non domani”, conclude la componente della segreteria dei democratici.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione