Sfida della pulizia tra gli studenti di una scuola media. I bidelli impartiscono lezione in cattedra: “Basta cartacce in classe”

WhatsApp
Telegram

Un’iniziativa innovativa in una scuola media di Prato, dove gli studenti delle classi medie si trasformano in bidelli per educare al rispetto dell’ambiente scolastico. Niente voti in pagella, ma una classifica con tanto di premi per le classi più ordinate e pulite.

L’idea è del dirigente scolastico, che ha voluto coinvolgere direttamente i ragazzi nella cura del loro spazio comune. “La classe è il luogo dove gli studenti trascorrono la maggior parte della giornata – spiega a La Nazione – ed è importante che imparino a prendersene cura come se fosse la loro casa”.

Da qualche giorno, nei corridoi della scuola è stato affisso un cartellone con una classifica delle nove sezioni in gara. I collaboratori scolastici, al termine delle lezioni, valutano l’ordine e la pulizia di ogni aula. In palio, oltre alla soddisfazione personale, un gustoso gelato per gli studenti più meritevoli.

L’iniziativa ha avuto un successo immediato. I ragazzi, invece di scappare a fine lezioni, si dedicano con impegno alla cura dell’aula. “Ci stiamo impegnando, dobbiamo vincere”, dice Francesca, una studentessa di terza media. “Vogliamo dimostrare di essere responsabili e, tra l’altro, il gelato non guasta mai!”.

Oltre a educare al rispetto per l’ambiente, il progetto ha anche un altro obiettivo: far comprendere ai ragazzi la fatica che serve per sistemare un ambiente disordinato. “Spesso i ragazzi non si rendono conto del lavoro che c’è dietro la pulizia di una scuola – spiega il dirigente scolastico – Con questa iniziativa speriamo di farli diventare più consapevoli e responsabili”.

Il progetto è un esempio virtuoso di come educare i giovani al rispetto dell’ambiente e al senso civico. Un’iniziativa da replicare in altre scuole per formare cittadini più consapevoli e responsabili.

Iniziativa lodevole:

  • Promuove la cura dell’ambiente scolastico.
  • Educa al rispetto per i beni comuni.
  • Sviluppa il senso di responsabilità negli studenti.
  • Offre un modello educativo innovativo e coinvolgente.

Un esempio da seguire

  • L’iniziativa è un esempio da seguire in tutte le scuole.
  • Coinvolgere gli studenti nella cura del loro ambiente scolastico è un modo efficace per educarli al rispetto e alla responsabilità.
  • Il progetto dimostra come la scuola possa essere un luogo di apprendimento non solo di nozioni, ma anche di valori e di buone pratiche.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri