Settimana corta e lezioni da 50 minuti per risparmiare sulle bollette, il 54% ha detto Sì. Contrario il 14% [ESITO SONDAGGIO]

WhatsApp
Telegram

Settimana corta e lezioni da 50 minuti per fronteggiare il caro energia? A quanto pare, per gli utenti di Orizzonte Scuola potrebbe essere una buona soluzione da adottare.

E’ quanto emerge dal sondaggio della nostra testata lanciato nella mattinata del 12 settembre e che in meno di 24 ore ha raccolto 1773 risposte.

In base ai risultati della breve rilevazione online, il 53,98% degli utenti ha detto si alla settimana corta e alla riduzione dell’orario di lezione a 50 minuti allo scopo di far risparmiare gli istituti in termini di bollette.

Tuttavia, per il 21% sarebbe sufficiente solo adottare la settimana corta, mentre chi sarebbe d’accordo solo alle lezioni da 50 minuti si ferma all’11,22 % del totale.

Ci sono i contrari a coinvolgere la scuola in politiche di risparmio energetico: secondo il sondaggio, sono il 13,71% del totale.

Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha chiarito: “Noi in sede di Consiglio dei ministri non ne abbiamo mai parlato. Io considero la settimana corta importante se sta dentro un piano didattico e non come misura di risparmio energetico”.

”Sono favorevole a ogni situazione che permetta alla scuola, alle famiglie di ritrovarsi, sono contrario all’idea che poiché c’è una emergenza deve essere la scuola la prima a pagare”, ha sottolineato.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur