A settembre un testo ministeriale per il potenziamento di Cittadinanza e Costituzione. Formazione per il personale, quali i docenti interessati

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Su Avvenire.it Luciano Corradini Professore emerito di pedagogia generale nell’Università di Roma Tre annuncia che “è previsto per settembre un testo ministeriale

per chiarire alle scuole come si possa dare concreta attuazione alla ricuperata legge 2008/169, che richiede, nel primo articolo, «azioni di sensibilizzazione e di formazione del personale finalizzate all’acquisizione, nel primo e nel secondo ciclo d’istruzione, delle conoscenze e delle competenze relative a ‘Cittadinanza e Costituzione’, nell’ambito delle aree storico geografica e storico sociale e del monte ore complessivo previsto per le stesse”.

“È un’occasione di cruciale importanza – commenta il Professore – per identificare una rotta, offrendo alle scuole criteri e strumenti affidabili e duraturi, capaci di mediare fra passato e futuro, senza cedimenti alla logica delle emergenze e a quella dell’accorciamento del percorso della nostra scuola”

Da quello che se ne deduce, non saranno modificati gli insegnamenti né gli organici (come auspicato dal Coordinamento Nazionale Diritti Umani che chiede l’utilizzo del docente di diritto anche alle scuole medie).

Si potrebbe trattare piuttosto di Linee Guida dettagliate su questo aspetto della Legge 169/2008 finora trascurato nelle scuole.

Si tratta innanzitutto di misure di “formazione del personale che insegna nell’ambito delle aree storico geografica e storico sociale” .

Tale formazione dovrà poi tradursi per gli studenti in conoscenze e competenze, nello stesso monte ore complessivo già previsto da ordinamento per queste discipline.

Dunque sostanzialmente un intervento di didattica mirato a dare a Cittadinanza e Costituzione una fisionomia più definita rispetto all’attuale, con maggiore autonomia (con specifiche competenze).

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione