Sesso in cambio di voti alti: Centemero (FI), venga fatta presto chiarezza

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Notizie come quella che arriva da Torino ci indignano nel profondo perché rischiano di ledere il lavoro, l’impegno e la serietà del corpo docente universitario italiano. Ci auguriamo che su questo bruttissimo episodio venga fatta chiarezza al più presto”.

Così la deputata e responsabile scuola e università di Forza Italia, Elena Centemero, presidente della Commissione Equality and non discrimination del Consiglio d’Europa, commenta l’arresto a Torino di un docente universitario accusato di aver chiesto favori sessuali a una studentessa in cambio di voti alti.

“Purtroppo, laddove confermata, questa vicenda non sarebbe che l’ennesima dimostrazione di quanta strada debba ancora fare l’Italia per emanciparsi da una visione stereotipata e negativa dei rapporti di forza tra uomo e donna; visione che trova nei ricatti a sfondo sessuale una drammatica concretizzazione. Il risultato è una gravissima lesione della dignità delle donne che va combattuta in maniera trasversale e con determinazione”, conclude.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione