Servizi digitali erogati dalle scuole tramite SPID e CIE, piattaforma “Gateway delle Identità”: Ministero chiede verifica accessibilità. NOTA

WhatsApp
Telegram

Con nota del 10 aprile inviata alle scuole il Ministero dell’istruzione e del merito fornisce indicazioni per gli istituti che hanno aderito alla piattaforma “Gateway delle Identità”, ma per le quali non si rilevano accessi con le credenziali SPID e CIE o per le quali non risultano essere stati censiti i fornitori di cui si avvalgono e i relativi servizi digitali.

Il MIM chiede di effettuare una serie di verifiche:

1. Certificazione dei codici fiscali degli utenti, presso il portale del proprio fornitore: alcuni fornitori, per consentire l’utilizzo delle identità digitali SPID/CIE, richiedono uno step preliminare di attivazione tecnica degli accessi, all’interno del loro portale, e la verifica dei codici fiscali degli utenti da parte della segreteria scolastica. Accertarsi di aver effettuato questo passaggio qualora necessario.

2. Mancata integrazione del proprio fornitore al gateway delle identità del MIM: è possibile che il fornitore di cui si la scuola si avvale non abbia ancora effettuato l’integrazione al gateway delle identità., In questo caso sarà necessario sollecitarlo, al fine di assicurare la corretta operatività degli accessi SPID/CIE.

3. Processo di aggregazione non ancora completato: la durata media del processo di aggregazione è di dieci giorni. Una volta trascorso questo periodo, se la richiesta risultasse ancora nello stato “Aggregazione in corso”, si prega di aprire un ticket tramite il portale di supporto dedicato (https://istruzione.service-now.com/).

4. Processo di aggregazione completato con errori: se in fase di aggregazione o all’interno della funzione “Gestione aggregazione scuola” venisse riportato il messaggio di errore “Il processo di aggregazione è stato completato con errori” si prega di aprire un ticket tramite il portale di supporto dedicato.

5. Incorretto o parziale censimento dei fornitori di riferimento e/o dei servizi digitali utilizzati: verificare che tutti i fornitori e i servizi siano correttamente censiti, tramite i seguenti passi:
a. Effettuare il login al portale SIDI: https://www.istruzione.it/accesso-sidi/
b. Aprire l’applicativo “Gestione Aggregazione Scuola” seguendo il percorso: PNRR – PA Digitale → Gestione Aggregazione Scuola
c. Selezionare il menu “Gestione Fornitori”
d. Selezionare sul pulsante “Aggiungi”
e. Indicare il fornitore, di cui la scuola si avvale, dal menù a tendina
f. Indicare il servizio o i servizi di cui si usufruisce specificando l’età minima di accesso.

NOTA

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA