La servitù volontaria dei docenti e il curriculum ai presidi. Lettera

WhatsApp
Telegram

La chiamata diretta da parte dei presidi è una follia incostituzionale e vergognosa. I presidi non sono assolutamente in grado di valutare un docente e tale valutazione non rientra assolutamente tra le loro competenze.

La chiamata diretta da parte dei presidi è una follia incostituzionale e vergognosa. I presidi non sono assolutamente in grado di valutare un docente e tale valutazione non rientra assolutamente tra le loro competenze.

Si tratta di burocrati che non di rado si può anche immaginare siano stati raccomandati a suo tempo a un concorso per dirigente scolastico (così ha funzionato e funzionamediamente in Italia, spiace dirlo ma siamo un paese corrotto) e che neppure amano particolarmente il lavoro di insegnante (infatti hanno scelto di fare i burocrati, non gli insegnanti).

La Costituzione italiana garantisce “libertà di insegnamento”, che significa anche che il docente è sovrano sul suo insegnamento e non subordinato gerarchicamente a nessuno (così come i magistrati, che sono sottoposti solo alla Costituzione e alla legge, senza rapporti gerarchici tra loro).

Eppure colleghi e colleghe sono corsi in massa a rispondere ai bandi dei presidi sottoponendosi volontariamente al potere assurdo e illegittimo di questi ultimi. Non ero obbligatorio farlo, eppure lo si è fatto in massa, legittimando di fatto una pratica deleteria per la scuola pubblica, per la libertà di insegnamento e per il nostro paese.

Non giudico nessuno, ognuno avrà avuto le sue buone ragioni, ma voglio solo far notare che abbiamo perso una battaglia importante. Ognuno di noi avrebbe dovuto capire che i bandi dei presidi andavano semplicemente ignorati ed eventualmente insultare i presidi che hanno richiesto requisiti assurdi e totalmente arbitrari.

Un consiglio di lettura care colleghe e cari colleghi: La Boétie, Discorso della servitù volontari

Alessandro Negroni

Comitato Organico Potenziamento ( https://www.facebook.com/groups/1473881016240372/ )

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur